Crea sito

Orchidea:bellezza in fiore

Una pianta che colorerà la vostra casa e vi darà il dono della pazienza

Orchidea
Orchidea ibrido ” Doritaenopsis “

Le orchidee sono il fiore sicuramente più bello e desiderato insieme alle rose. La particolarità che le rende appetibili alle donne è che questo fiore è un tripudio di colori, inoltre le sue forme sono accattivanti e questo fa si che la bellezza di questo fiore arrivi subito a colpire i nostri occhi. Esistono circa 25.000 specie, in Italia spontaneamente ne crescono circa 189. Inoltre ufficialmente esistono circa 100.000 ibridi artificiali. Quello che si impara coltivando le orchidee è sicuramente la pazienza, infatti coltivare un orchidea non è sempre facile. Le loro dimensioni variano da orchidee talmente minuscole che occorre la lente d’ingrandimento a orchidee che arrivano a pesare addirittura 500 chili!

 

Per molti anni questi fiori erano il capriccio dei nobili e dei ricchi, ma oggi sono accessibili ad un prezzo non impegnativo. Oggi esistono veri e propri intenditori di orchidee che si impegnano a creare nuovi ibridi. È una vera e propria corsa all’ Or(o)chidea. Infatti maggiore è la bellezza dell’Orchidea creata migliore sarà il prezzo che gli appassionati sarebbero disponibili a pagare. Questa gara florovivaistica è cominciò nel 1856 quando fiorì il primo ibrido prodotto dall’uomo. Ci vuole molta pazienza per arrivare ad ottenere un risultato, infatti i semi di orchidea sono minuscoli e sono molto difficili da maneggiare. Inoltre la vera difficoltà, come dicevamo, è nel farli germinare, crescere e sbocciare. Dopo decenni passati a trovare nuovi metodi, nuovi terreni e condizioni climatiche atte a favorire il processo della fioritura i risultati a disposizione degli appassionati erano molto scarsi. La soluzione arrivò nel 1922, Lewis Knudsonquando il dott. Lewis Knudson, ricercatore presso la Cornell University, negli Stati Uniti, scoprì che quando i semi venivano immersi in una soluzione di acqua, zucchero e agar (un gel ricavato da alghe marine) si accelerava la germinazione e quindi si anticipava anche la fioritura. Questo diede l’impulso a tutti gli appassionati che cominciarono ben presto a creare nuovi ibridi artificiali.

 

C’è da dire però che le orchidee creano nuovi ibridi in modo naturale, senza l’intervento dell’uomo. Infatti gli ibridi selvatici nascono quando due specie di orchidee sono relativamente vicine e l’anello che chiude il cerchio sono proprio gli insetti impollinatori che, in cerca di nettare, posandosi prima qua e poi là sono inconsapevoli strumenti di nuova vita. Quando le orchidee femmine vengono fecondate dal polline maschile allora producono capsule seminali. Quest’ultima quando matura si spacca e libera i semi che possono variare, a seconda delle specie ibridate, tra un migliaio e circa un milione. Cadendo a terra solo pochissimi arriveranno alla fioritura, inoltre molti verranno spazzati via dal vento.

 

L’Uomo quando crea un nuovo ibrido, non fa altro che sostituirsi agli insetti impollinatori. Di solito però gli appassionati che creano lo fanno con coscienza, a differenza agli insetti. Infatti di solito si scelgono due orchidee dai colori o dalle caratteristiche belle per ottenerne un ibrido che combinando le caratteristiche porti un risultato ancora più bello. Nella pratica si rimuove tutto il polline dal genitore femmina (cioè quella che riceverà il polline maschile) e dopo aver prelevato il polline dal genitore maschile si deposita dove prima l’avevamo tolto nell’orchidea femmina. A questo punto dobbiamo armarci di molta pazienza ed aspettare. Il tempo affinché la capsula seminale maturi varia da circa un mese fino a circa un anno. A questo punto possiamo raccogliere i semi e farli germinare. Ma è ad aspettare la fioritura che ci vuole davvero infinita pazienza perché affinché si possa vedere una orchidea fiorire dovremmo aspettare da un anno fino a dieci anni!

 

Una volta fiorita anche una sola orchidea di quell’ibrido, potrà essere registrata con un nome a scelta dell’appassionato “impollinatore”. Più è bella e rara un’orchidea maggiore sarà il prezzo di vendita del mercato. Una cosa che possiamo imparare è che la pazienza se mantenuta prima o poi verrà premiata. Questo ci mette davanti alla meravigliosa creazione che Dio ha ingegnosamente mostrato nella bellezza di questi fiori.